fbpx
15 Marzo, 2019

Materiali da costruzione nella Bioedilizia

Negli ultimi anni sempre più persone hanno scelto di progettare, realizzare e gestire un’abitazione in base ai principi della bioedilizia o bioarchitettura.

In questo modo seguendo i valori che sono alla base della sostenibilità ambientale si riescono a limitare gli effetti negativi a spese dell’ambiente e della salute dei suoi abitanti. Per costruire o anche per ristrutturare un edificio, la bioedilizia fa uso di materiali naturali. Lo scopo è quello di fondere le strutture con l’ambiente naturale e anche con chi ci abita.

Scelta dei materiali

I materiali per le coperture, i pavimenti e per le pareti devono essere scelti con attenzione, devono essere di qualità.

Devono rispettare l’ambiente e devono essere funzionali. Hanno una funzione molto importante per quanto riguarda, ad esempio il rendimento termico dell’edificio oppure l’isolamento acustico di un ambiente. Il traguardo finale è quello di ottenere una casa sana dove vivere, che sia appunto eco-sostenibile.

Che tipo di materiale scegliere?

Principalmente i materiali devono essere:

  • riciclati da materiali in disuso;
  • naturali;
  • derivati da fonti rinnovabili.

Soprattutto in passato venivano spesso utilizzati materiali come il legno, i mattoni e la paglia. Oggi non è quasi più così, al loro posto vengono impiegate tecniche all’avanguardia e che rispettano l’ambiente. Grazie al riciclo di materie prime si è riuscito a ottenere, ad esempio la fibra di cellulosa e il legno-cemento. In particolare i materiali che provengono da fonti rinnovabili non sono nocivi per l’uomo e quindi anche per l’ambiente e permettono di diminuire lo sperpero nel corso della loro produzione.

Ora vediamo in dettaglio alcuni materiali utilizzati nella bioedilizia.

Fibra di cellulosa

La fibra di cellulosa è considerato tra uno dei materiali termoisolanti naturali più ecologici tra quelli utilizzati in bioedilizia. Si ottiene dalla carta di giornale riciclata.

Il procedimento di lavorazione consiste prima di tutto nella frantumazione della carta che poi viene mescolata con sali di boro per far si che il materiale finale risulti ininfiammabile e antiparassitario. Alla fine di questo processo si ottengono dei fiocchi che poi vengono compressi e infine confezionati e venduti in sacchi, ma in commercio si possono trovare anche sottoforma di grani e pannelli.

Dove viene maggiormente utilizzata?

Può essere impiegata per varie necessità. Ad esempio per isolare le case con struttura in legno, è ottima per isolare le pareti a cassa vuota oppure per isolare il sottotetto. Inoltre se alla fibra di cellulosa viene aggiunta una percentuale di fibra di poliestere si ottengono dei pannelli molto rigidi. Dunque per riassumere viene utilizzata per isolamenti interni e per intercapedini.

Caratteristiche della fibra di cellulosa

Tra le principali caratteristiche troviamo che non contiene sostanze nocive, è facile da utilizzare e oltretutto il prezzo è molto economico. Il coefficiente di conducibilità termica della fibra di cellulosa è pari a λ: 0,032, infatti è ideale per proteggere le case dal freddo salvaguardandole dalla formazione di ghiaccio.

Laterizi

laterizi sono prodotti da un impasto di argilla, quantità variabile di sabbia, ossido di ferro, carbonato di calcio e acqua. Una volta pronto, l’impasto è sottoposto a giusta cottura.

Laterizi Bioedilizia

I laterizi si trovano sotto forma di:

  • mattoni;
  • tegole;
  • blocchi;
  • pignatte;
  • tavelle e tavelloni;
  • embrici;
  • volterrane.

Vengono utilizzati sia per la costruzione di elementi strutturali che per le tamponature. Tra le sue principali caratteristiche troviamo che è un buon materiale igrometrico, questo permette di evitare che si formi l’umidità superficiale e la condensazione tra gli interstizi. Inoltre è riciclabile, una volta ridotto in frantumi può essere utilizzato, ad esempio per la costruzione di canne fumarie o per sottofondi di strade.

Legno-cemento

Il legno-cemento è un materiale innovativo, sostanzialmente è costituito da legno trattato adatto per essere utilizzato in edilizia come materiale da costruzione.Durante la lavorazione il legno viene macinato e poi viene arricchito con una sostanza minerale naturale. Una volta che l’impasto raggiunge la giusta consistenza viene trasformato in blocchi solidi. È caratterizzato da una struttura porosa che permette la traspirazione della muratura.

Tecnica di impiego del legno-cemento

La messa in opera di questo materiale risulta essere molto semplice, sono pensati per facilitare la costruzione del muro. I blocchi di legno-cemento inizialmente vengono collocati a secco, poi per fornire stabilità e resistenza viene aggiunto del calcestruzzo cementizio.

Per la propria casa perché scegliere il legno-cemento?

Si ritiene che utilizzando questo materiale si evita la formazione di ponti termici e questo vuol dire che il flusso di calore tra l’interno e l’esterno è uguale.

Il legno-cemento grazie alle sue caratteristiche strutturali è indicato per costruire edifici in zone sismiche e riesce a resistere anche nel caso si verificassero terremoti di forte intensità. Un edificio realizzato con questo materiale è in grado di garantire un buon comfort e anche un’importante risparmio energetico grazie a un ottimo isolamento termico e all’inerzia termica.

Edilizia
About Finchamp Costruzioni Srl
La Finchamp Costruzioni S.r.l. è una società italiana leader nel settore edile, sia pubblico che privato. Da 25 anni si occupa di ristrutturazioni appartamenti, uffici, recupero fabbricati, nuove costruzioni, lavori condominiali.